Facebook e altri social: niente sanzioni anche se il magistrato è troppo loquace

ClaMor - Gli Illeciti disciplinari contestati ai magistrati nel 2017 5_2_2018

Facebook e altri social: niente sanzioni anche se il magistrato è troppo loquace

Il magistrato parla troppo? Usa impropriamente i social e soprattutto Facebook? Anche se questi comportamenti mettono in crisi la credibilità della giurisdizione è impossibile sanzionarli in via disciplinare. Perché “c’è un vuoto normativo”.
A dirlo è uno dei titolari dell’azione disciplinare nei riguardi dei magistrati che sbagliano, cioè il procuratore generale della Core di Cassazione, Riccardo Fuzio, nella relazione di inaugurazione dell’anno giudiziario che si è svolta a Roma il 26 gennaio scorso.
“Molte condotte, tra cui sovente quelle che colpiscono l’opinione pubblica e pregiudicano l’immagine della magistratura, sfuggono a qualsiasi sindacato disciplinare”, rileva il PG. Sotto accusa le esternazioni dei magistrati, soprattutto pm. Le ipotesi di illeciti extra funzionali tipizzati dal decreto legislativo 109/2006 (uno dei decreti di attuazione della riforma dell’ordinamento giudiziario del governo Berlusconi) “non permettono di pervenire a un soddisfacente equilibrio tra la tutela della libertà di espressione del magistrato come cittadino e il suo ruolo istituzionale”. Insomma “c’è vuoto normativo”, soprattutto rispetto a due situazioni nelle quali “è forte il pericolo di compromissione della immagine di imparzialità del magistrato”.
Tutti i dati del controllo disciplinare sulle toghe.

Questo articolo è pubblicato su ItaliaOggi7 del 5 febbraio 2018

 

 

Related posts

Mark Zuckeberg al F8 day

Facebook 2018 e la comunicazione degli avvocati: cosa è importante sapere

Molti, moltissimi avvocati utilizzano Facebook, tramite profili privati, la partecipazione a gruppi e qualcuno anche con pagine dello studio. Può perciò essere utile riflettere sulle principali novità che Mark Zuckerbeg ha annunciato essere oggetto di progetti di sviluppo nel 2018. Ieri, mentre in Italia si festeggiava la festa del (non) Lavoro (stando ai dati sulla

Read More
Pagine dello studio legale su facebook

Facebook cambia l’algoritmo, cosa fare con la pagina dello studio legale?

Questo articolo parla di come è possibile per uno studio legale pianificare una comunicazione social su Facebook alla luce del cambio di algoritmo che – ha annunciato Mark Zuckeberg – promuoverà più i profili personali e meno le pagine professionali (vedremo come e, in fondo a questo articolo, leggerete una avvertenza). La deontologia non è

Read More

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato Nota: Non mandiamo spam