Processi telematici, Avvocati fate attenzione: è importante “salvare” i documenti informatici

Processi telematici, Avvocati fate attenzione: è importante “salvare” i documenti informatici

Facciamo una stima: almeno 252mila ricorsi e decreti ingiuntivi firmati con firma digitale e adottati nel 2014* potrebbero essere oggi carta straccia perché “firmati con l’inchiostro simpatico”. A meno ché voi avvocati non li abbiate “conservati a norma”, secondo la procedura indicata dal Codice dell’Amministrazione digitale (articolo 40) e dalle regole tecniche contenute nel DPCM 3 dicembre 2013.
Cosa significa “conservare a norma” il documento informatico e perché è essenziale per preservarne il valore legale nel tempo.

Questo articolo, a doppia firma con Maurizio Reale, è  pubblicato su www.avvocatoquattropuntozero.it/altalex

Related posts

due mani che si stringono

Scrivere uno smart contract: cosa occorre sapere

Dal codice di Giustiniano, vera rivoluzione nel diritto del mondo romano, al codice … informatico, nuova rivoluzione nell’era del diritto digitale. Contratti, accordi, lettere di intenti: da oggi in poi potranno essere opposti in giudizio anche se scritti in coding. E’ questa una delle nuove frontiere dell’avvocato 4.0, lo smart contract, soprattutto oggi che l’Italia ne ha dato

Read More
una catena con anelli e bit

Blockchain e smart contract: la storia italiana

In questo articolo sono raccolti tutti i passi legislativi e attuativi per la disciplina nell’ordinamento italiano della tecnologia blockchain e smart contract. Il percorso prende le mosse dalla presentazione dei primi emendamenti contenuti nel pacchetto “Stabilità 2019”  presentato dal Governo M5S-Lega, rimandando passaggio per passaggio agli articoli che sono stati redatti da me per Avvocatoquattropuntozero

Read More
Uno schermo di pc con una foto di bilancia

Dalla giustizia telematica a quella digitale: il programma 2019 del Governo

Tracciabilità, assegnazione automatica dei processi, condivisione dei dati e circolarità della “informazione giudiziaria”, superando il sistema “registro- centrico” e “documento-centrico”. A tre anni dalla riorganizzazione della Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati, il Ministero della Giustizia annuncia i nuovi progetti di evoluzione del sistema informativo della giustizia “per rivedere alcune scelte oramai superate e

Read More

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato Nota: Non mandiamo spam