Letture utili per comprendere i nuovi paradigmi digitali del diritto

Un albero di natale con accanto dei volumi di diritto

Letture utili per comprendere i nuovi paradigmi digitali del diritto

Le nuove tecnologie come la blockchain e le discipline cibernetiche come l’intelligenza artificiale; la matematica e il diritto.
In questi mesi autunnali, grazie ad incontri molto interessanti, ho avuto l’occasione di leggere volumi molto stimolanti, scritti da vostri colleghi e giuristi, che si sono cimentati nel raccontare cosa sta avvenendo nel mondo del diritto grazie alle tecnologie.
Ciascuno di questi ha una peculiarità che Vi invito a scoprire. Certamente aiutano a visualizzare alcuni innumerevoli riflessi del prisma digitale.
Ciascuno racconta una storia, risale alle origini della rivoluzione digitale; alcuni forniscono risposte e altri pongono delle domande.
Tutti si cimentano con la sfida del secolo: disegnare un ruolo strategico per il giurista; a patto che accetti la sfida.
Ecco i titolo e gli autori.

  • Diritto della blockchain, Intelligenza artificiale e IoT (AA Fulvio Sarzana di Sant’Ippolito -Massimiliano Nicotra. Editore: Wolters Kluwer)
  • Interpretazione della legge con modelli matematici (Autore Luigi Viola. Editore: Diritto avanzato)
  • Lezioni di logica ed informatica giuridica (Autore Francesco Romeo. Editore: G. Giappichelli)

Questo articolo è pubblicato su www.altalex.com/avvocatoquattropuntozero

0 Condivisioni

Related posts

Semplificare la costituzione delle startup è una storia infinita

Nell’Italia dei tanti gaps, da quello digitale a quello della semplificazione, ci sono le storie “emblematiche”, quelle che assurgono a sintetica rappresentazione della fatica a innovare, non solo mercati e professioni, ma anche processi e amministrazione. Una di queste storie riguarda la costituzione on line delle startup, sulla quale si sta consumando da anni (da

Read More

Maratona Intelligenza Artificiale

Le applicazioni di Intelligenza Artificiale a supporto del decision – makimg del giudice (c.d. Giustizia predittiva) sono considerate ad “alto rischio” dal regolamento della Commissione europea, il primo atto world wide che disciplina in maniera orizzontale l’utilizzo della costellazione di tecnologie che comunemente chiamiamo Intelligenza Artificiale. Se volete addentrarvi di più nel rapporto tra AI

Read More

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato Nota: Non mandiamo spam