E-commerce e sistemi alternativi di soluzione delle cause (Adr): un nuovo spazio per gli avvocati?

Il diagramma che illustra la procedura di On line dispute resolution

E-commerce e sistemi alternativi di soluzione delle cause (Adr): un nuovo spazio per gli avvocati?

Parliamo di sistemi alternativi di risoluzione delle controversie (Adr) on line e del ruolo che gli avvocati potrebbero avere se solo guardassero con meno diffidenza ai cambiamenti che il digitale sta portando anche a livello di attività ordinarie nel quotidiano, come l’acquisto di scarpe o pc. Per esempio l’iniziativa europea della ODR platform…
ODR. Quanti conoscono questo termine e sanno a cosa corrisponde? Certo questi acronimi non aiutano, oltretutto provengono da una lingua straniera e certo non fanno opera di trasparenza né per i cittadini né per i loro difensori. Eppure ODR è uno strumento nato per facilitare la vita dei consumatori alle prese con un problema del contratto di compravendita on line di beni e servizi all’interno del territorio europeo, al di là della provenienza geografica di azienda e consumatore.
ODR sta per On line dispute resolution ed è un sistema predisposto a livello europeo per consentire la risoluzione veloce, non eccessivamente costosa, tramite la piattaforma (vedremo fino a che punto), di controversie B2C per acquisti di beni e servizi on line avvenuti nel territorio della Ue. Si tratta di un sistema che dovrebbe incentivare un e-commerce (in costante crescita nel territorio UE) trasparente e a tutela del consumatore, con costi contenuti anche per l’azienda con il vantaggio di “fidelizzare” il cliente.

Questo articolo è pubblicato su www.altalex.com/avvocatoquattropuntozero del 5 febbraio 2018

 

0 Condivisioni

Related posts

Maratona Intelligenza Artificiale

Le applicazioni di Intelligenza Artificiale a supporto del decision – makimg del giudice (c.d. Giustizia predittiva) sono considerate ad “alto rischio” dal regolamento della Commissione europea, il primo atto world wide che disciplina in maniera orizzontale l’utilizzo della costellazione di tecnologie che comunemente chiamiamo Intelligenza Artificiale. Se volete addentrarvi di più nel rapporto tra AI

Read More

L’Innovazione legale è una questione di genere: chi sono le game changers nella legal industry

Il who’s who delle legal innovators, delle game changers della legal industry, è stato pubblicato su Avvocato4.0 l’8 marzo scorso. Anche per esperienza diretta, posso dire che sono proprio le professioniste donne quelle che esplorano con più curiosità e entusiasmo la dimensione digitale, studiano, cambiano, vanno avanti. Abbiamo raccontato avvocate e professioniste giuriste che –

Read More

Legal tech Italia: Avanti piano, nel mercato e nelle law firm. Survey 2020

Partiamo da alcuni dati “certi”: LVenture Group ha messo gli occhi su AvvocatoFlash; Lexdo.it ha prodotto oltre 600mila documenti legali (contratti, compliance, etc) e ha realizzato un round di finanziamenti da 1 milione di euro (nel 2018, con la partecipazione di Boost Heroes); Jur (start up legal non italiana ma fondata da italiani) ha realizzato

Read More

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato Nota: Non mandiamo spam