Cinque principi per l’ Intelligenza artificiale nella Giustizia: approvata la Carta etica europea

Un robot tiene in mano una bilancia fatta con bit

Cinque principi per l’ Intelligenza artificiale nella Giustizia: approvata la Carta etica europea

La commissione europea per la efficienza della giustizia del Consiglio d’Europa ha pubblicato ieri la prima carta etica per l’utilizzo di sistemi intelligenti sia per assumere decisioni giudiziarie sia per l’utilizzo di tools da parte di avvocati e operatori del sistema.

E’ probabile che l’impressione relativa ai cinque principi fondamentali sia di una certa vaghezza. Ma in questo momento, forse, vale più il segnale di attenzione riguardo l’impatto che l’utilizzo di algoritmi, soprattutto di machine learning, possono avere sui diritti fondamentali delle persone garantiti dalla Convenzione europea dei diritti dell’Uomo e dalla Convenzione per la protezione dei dati personali n. 108.

La Carta etica, spiega il Consiglio d’Europa, è indirizzata sia alle start up legaltech, che progettano piattaforme di nuovi servizi, sia agli sviluppatori di tools, sia alle autorità a cui spetta la decisione di regolamentare questo campo, sia alle professioni giuridiche, magistrati -avvocati- notai.

Questo articolo è pubblicato su www.altalex.com/avvocatoquattropuntozero

 

Related posts

Legal tech Italia: Avanti piano, nel mercato e nelle law firm. Survey 2020

Partiamo da alcuni dati “certi”: LVenture Group ha messo gli occhi su AvvocatoFlash; Lexdo.it ha prodotto oltre 600mila documenti legali (contratti, compliance, etc) e ha realizzato un round di finanziamenti da 1 milione di euro (nel 2018, con la partecipazione di Boost Heroes); Jur (start up legal non italiana ma fondata da italiani) ha realizzato

Read More

Giustizia (digitale) e Fase 2: una Giustizia senza voce

Ius-dicere: esporre (con la parola) il diritto. E’ probabile (oggi non ho potuto approfondire; non me ne vorranno gli studiosi di diritto romano) che il principio di oralità tipico della nostra cultura giuridica provenga dall’indissolubile nesso che da Marco Aurelio in poi ha collegato lo ius al dicere. Con un salto di 2000 anni, analizziamo

Read More
Una grafica con i loghi di due start up

Joint tech: l’operazione effervescente di Lexdo.it e Qonto

Due start up, una fintech e una legaltech, hanno annunciato oggi una joint venture per offrire servizi integrati alle pmi. Qonto e LexDo.it, due piattaforme che conosco sin dalla nascita, potremmo dire, hanno stipulato un accordo per favorire la nascita e lo sviluppo delle PMI italiane. Questa operazione mi ha colpito perché dimostra come l’innovazione

Read More

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato Nota: Non mandiamo spam